Palasport: tutto fermo. Oggi il siur sindaco è made in China

Martedì 26 ottobre 2010 l’assessore Brunella Avalle in tv ha dato segni di evidente imbarazzo alla domanda dell’intervistatore sul seguito della telenovela del palazzetto dello sport di Vigevano. Imbarazzo “conto terzi” però perché a rispondere alle domande del cronista ci sarebbe dovuto essere il sindaco che invece è in Cina a sviluppare ipotetici affari con businessmen asiatici. Avremmo preferito ascoltare le risposte del sindaco visto che in campagna elettorale è stato prodigo di promesse sulla data di apertura: inizio 2010, poi alla fine del campionato (guarda caso in piena campagna elettorale), poi altre promesse sul campionato 2010/2011 fino ad arrivare agli ultimi giorni in cui si è parlato dell’inizio del 2011 ma con molti lavori da rifare a causa delle falle commesse in fase di progettazione e con un’inchiesta minacciata dall’assessore regionale per cercare di trovare i responsabili di tutti questi ritardi. Ma è un’altra cosa che ci ha colpito molto: il sindaco è a trattare con i cinesi? A questo proposito abbiamo immaginato un dialogo con un leghista in abiti celtici (leghista doc) incontrato in piazza Ducale:
Secondo Lei perché il sindaco è in Cina?
 << Son sicuro che il Sala è in Cina per dire a quelli là che qui a Vigevano non c’è mica spasio per i loro! Solo per i nostri!!!>>
Facciamo notare che ogni settimana aprono negozi, bar e ristoranti gestiti da cinesi e il celtico, imbufalendosi :
<<Vorrà dire che il siur sindaco non se n’è acorto! Come per le menate che gli fanno per il palasetto; non si è acorto! El deve laurà! Non ha tempo per vedere i negossi dei cinesi e il palasetto e quelle menate lì! >>
Ma dopo dieci anni che fa l’assessore un po’ di esperienza l’avrà. Possibile che non si accorga mai di niente?
<<S
enta lei c’ha voglia di rompere i maroni? (alla parola maroni si mette sull’attenti e sbatte i tacchi in segno di rispetto verso il ministro leghista). Ci ho detto che il Sala laùra, laùra e laùra. Forse non c’era neanche quando i coleghi in giunta decidevano le cose perché era impegnato a farsi fare le fotografie per le inaugurasioni! Ma l0 sa che ha vinto il record per l’asesur con più fotografie di inaugurasioni? Sottopassi, marciapiedi, porte, portoni, grondaie, intonachi, buchi e tegole, Dicono che in Cina ha fatto le foto anche per l’inaugurasiun di un nuovo muro. As ciama la  muraglia!! Mica cassi!!>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *