La Barriera di Dicembre è in edicola!

Cover dicembreL’indagine, commissionata dal movimento civico Civiltà Vigevanese, ci presenta una città spaccata in due, che soffre per la crisi economica e non ha molta fiducia nel futuro. Anche sul “fronte” sicurezza i vigevanesi si dichiarano pessimisti, affermando che la situazione negli ultimi anni è peggiorata. Eppure l’ex assessore Prati ha speso oltre mezzo milione di euro, dal 2002 al 2008, per cercare di arginare quella che, secondo lui, è un’autentica piaga sociale. Spese inutili evidentemente. Forse sarebbe stato meglio qualche vigile in più sulle strade e qualche telecamera in meno…

Per mesi, il Sindaco Cotta e l’assessore Merlo, avevano giurato che gli aumenti delle bollette sarebbero stati di poco conto e che l’affidamento della gestione dell’acqua pubblica era una scelta giusta e ragionata. Negli ultimi giorni di novembre sono stati seccamente smentiti dalla Corte Costituzionale, che ha bocciato la legge regionale alla quale si erano appellati per continuare, come schiacciasassi, sulla strada della privatizzazione. Incuranti degli appelli e delle firme di oltre cinquemila cittadini, che chiedevano il mantenimento pubblico del servizio, hanno “regalato” l’intero patrimonio della Asm all’Aato, l’organo provinciale che in futuro dovrebbe gestire tutta la partita dell’acqua in provincia. Ora tutto è fermo. Un altro pasticciaccio brutto combinato da questa Giunta.

I signori che ci amministrano marciano spediti verso la costruzione della centrale diesel alla frazione Morsella: inquinante e di vecchia concezione. Nella vicina Olevano, invece, hanno intrapreso una nuova strada: energia pulita dalla luce e dal sole. Tanta energia, quanto basta per tutte le famiglie del Comune lomellino….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *