Interrogazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti a Vigevano

Premesso che il Sindaco, in campagna elettorale aveva preso formale impegno di avviare la raccolta differenziata porta-porta al fine di raggiungere il 50% entro la fine del 2011;

considerato che ad oggi a Vigevano non si raggiunge la quota del 30% di differenziato, il porta a porta è stato appena accennato, il nostro comune è inadempiente rispetto ai termini di legge e al piano provinciale per la gestione dei rifiuti che prevede il raggiungimento della quota del 45% entro il 2008 e del 65% entro il 2012;

posto che ad oggi la regione Lombardia (a differenza del Piemonte ad esempio) non ha ancora comminato sanzioni pecuniarie ai Comuni inadempienti ma, a detta dei relatori e estensori del suddetto piano provinciale, tali sanzioni saranno a breve previste anche nella nostra regione;

I consiglieri comunali di Civiltà Vigevanese, preoccupati per l’inerzia dimostrata dall’amministazione in tal senso, chiedono se non sia possibile incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti con una serie di azioni decise a questo fine e in caso di sanzioni pecuniarie dalla regione Lombardia a carico del Comune di Vigevano, sia lecito e possibile prevedere il profilarsi di danno erariale a carico dell’amministrazione con conseguente, prevedibile, esposto alla Corte dei Conti.

Si chiede risposta orale al Sindaco al primo consiglio comunale utile.

Silvano Migliavacca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *