Interpellanza sui rifiuti….

…relativa a chiarimenti sullo smaltimento dei rifiuti

Una leggenda metropolitana aleggia da sempre su questa città: inutile raccogliere i rifiuti nei diversi contenitori differenziati, alla fine vengono ammassati tutti insieme e vanno a finire nello stesso posto, l’inceneritore di Parona. Vero, falso? Certo che con quella enorme fornace a due passi da casa e che alla fine deve pur funzionare è difficile pensare che la raccolta differenziata sa fatta a regola d’arte. Ora qualche testimone racconta di aver visto appunto questo e cioè gli spazzini, al cimitero, che mettono tutto in un unico contenitore. Insomma di ogni rifiuto ne fanno un fascio solo. Ecco, dunque, il senso dell’interpellanza dei consiglieri di Civiltà Vigevanese.

Signor Sindaco

A seguito di una serie di segnalazioni giunte da cittadini che , in diversi lunedì mattina, avendo assistito alla raccolta dei rifiuti da parte di ASM, al cimitero, si sono accorti con meraviglia che il contenuto dei  diversi cassonetti, posti per un minimo di raccolta differenziata, veniva vuotato tutto nello stesso camion, rendendo inutile la raccolta differenziata svolta a monte, i Consiglieri di Civiltà Vigevanese, preoccupati per quanto è stato loro segnalato e per avere garanzia che quanto avvenuto al cimitero sia una prassi molto discutibile , ma limitata

interpellano il Signor Sindaco per sapere:

-come mai, al cimitero i rifiuti dei vari cassonetti non vengano smistati in modo differenziato;

-se veramente nulla di ciò che viene raccolto in città in modo differenziato vada a finire nell’inceneritore di Parona;

-a chi vengono venduti la plastica, la carta ed il cartone, il vetro ed i metalli raccolti a Vigevano in modo differenziato, e di quale documentazione dispone il Comune o l’ASM per comprovare l’avvenuta vendita;

-dove e da chi vengano trasformate in compost le ramaglie raccolte negli appositi cassonetti.

Si attende risposta nel primo Consiglio Comunale utile.

I Consiglieri di Civiltà Vigevanese

Fiorella Valvo, Carlo Pizzi, Carlo Santagostino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *