In piscina con un euro al giorno per cento giorni

«E’ una manovra straordinaria che ci chiede l’Europa.- ha ammesso recentemente il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta – Ci saranno sacrifici molto pesanti, molto duri che siamo costretti a prendere, spero in maniera provvisoria per salvare il nostro Paese dal rischio Grecia. Capiamolo così e ci capiamo tutti». Parole pronunciate per descrivere la drastica manovra finanziaria elaborata per risanare i conti pubblici italiani, traballanti causa crisi, checché ne abbia detto in passato Silvio Berlusconi sicuro che «il momento peggiore sia superato» (marzo 2009),o meglio ancora «che c’è stato un diluvio, ma dopo tutto è tornato come prima, meglio di prima» (marzo 2009).

La famosa e spaventosa Crisi economoca è purtroppo ancora viva e vegeta, costringerà anche i vigevanesi ad un’obbligata austerità magari caratterizzata da meno vacanze o comunque il più low cost possibile.

Per venire incontro ad un’estate che si profila dunque parsimoniosa l’amministrazione comunale in collaborazione con Kilivrin propone un abbonamento valido per il Parco Acquatico “Azzurri d’Italia” Centro Santa Maria per l’estate 2010 al costo di 100 euro a persona indistintamente dalla fascia di età. Del suddetto abbonamento potranno usufruirne i residenti a Vigevano in tutti i giorni feriali e festivi. «La Kilivrin deve ringraziare l’amministrazione comunale per aver accolto questa vantaggiosa promozione. – ha detto Vietti della S.r.l. che gestisce il Parco Acquatico – L’abbonamento è stato fissato a cento euro perché avendo fatto dei calcoli abbiamo constatato che la stagione estiva dura circa cento giorni, quindi il costo dell’ingresso si abbasserebbe addirittura ad un euro, naturalmente sono esclusi i comfort in più come il servizio bar od ombrelloni e sdraio, da pagare a parte».

Proprio l’estate scorsa avevamo evidenziato quanto fossero poco economici i prezzi per poter trascorrere una giornata in piscina, con questa promozione forse forzata dal periodo non florido sarà data una possibilità di risparmio notevole. «Il progetto è nato anche per sensibilizzare la città sul fatto che stiamo attraversando un momento oscuro» ha voluto sottolineare Vietti. A breve partirà la distribuzione dei materiali pubblicitari in tutte le strutture scolastiche cittadine, dagli asili nido fino alle scuole medie-superiori per tentare di mettere a conoscenza il maggior numero di vigevanesi su questa promozione ed è qui che si fa largo l’intervento della macchina comunale per dare aiuto alla Kilivrin. Non quindi un’assistenza economica, come ci è stato assicurato dall’assessore con delega allo sport Brunella Avalle, bensì una collaborazione promozionale e di patrocinio.

Per maggiori informazioni è possibile telefonare al numero 0381-346635 o recarsi alla Kilivrin S.r.l. in via Santa Maria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *