Il comune di Parona aiuta 80 disoccupati. E Vigevano?

Allora i comuni possono fare qualcosa di concreto per i disoccupati! Siccome il sindaco di Vigevano e la maggioranza che supinamente lo appoggia ci hanno raccontato per mesi che poco possono fare per disoccupati e cassintegrati vigevanesi vittime della crisi economica, apprendiamo con sorpresa e stupore che il comune di Parona ha firmato un protocollo d’intesa con la Provincia che prevede  la realizzazione di un servizio integrato di incontro domanda-offerta di lavoro con l’obiettivo di favorire l’inserimento lavorativo delle persone in cerca di occupazione. <<Faremo da apripista grazie alle 80 aziende presenti sul territorio e alle buone prospettive occupazionali per il 2011, stimate in circa 100 nuovi posti di lavoro», conferma il sindaco Silvano Colli alla Provincia Pavese. Il Comune di Parona s’impegna a raccogliere le richieste di manodopera delle aziende e a trasmetterle ai Centri per l’impiego che si occuperanno di far incontrare domanda e offerta di lavoro. Un ufficio sarà aperto ogni lunedì in municipio. Ecco allora che qualcosa di concreto si può tentare di fare. Ma probabilmente il sindaco di Vigevano, gli assessori e i componenti della maggioranza che governa la nostra città reputano più utile alla loro sopravvivenza politica continuare con gli spot mediatici tipo quelli della pulizia dei muri del teatro Cagnoni (Forni), la cancellazione dalla lavagna del comune della parola “stranieri” (Ceffa), lo spostamento dell’ufficio strnieri alla Sala Leoni (Ceffa) e il giro propagandistico del sindaco Sala nelle scuole nel primo giorno dell’anno scolastico. Per favore cari amministratori vigevanesi potreste farci sapere cosa pensate di fare, concretamente, per risolvere i problemi seri della nostra città? Disoccupazione, mancanza di risorse economiche da dedicare alle fasce più deboli e mancanza pressoché totale di progetti imprenditoriali. Com’è possibile che una città come Parona (con tutto il rispetto) abbia attivato un piano per l’occupazione di 80 persone in previsione del 2011 e a Vigevano si navighi a vista? Basta con la propaganda pre-elettorale. Sig. Sala e signori componenti della maggioranza che amministra Vigevano le elezioni le avete vinte, il 72% dei pochi che hanno votato al ballottaggio vi hanno dato fiducia. Adesso tocca a voi! Avete la possibilità di dimostrare quanto siete bravi e vicini alla “vostra gente”. Datevi da fare e cercate di risolvere i problemi che, non dimenticatelo mai, per 10 anni avete contribuito a generare con un’amministrazione non proprio esemplare, visti i risultati. Prima era colpa del Pdl che soffocava sul nascere ogni vostro slancio e vi “obbligava” a votare provvedimenti che voi non approvavate. Bene, adesso siete voi e solo voi. Non ci sono più alibi. I Vigevanesi aspettano i fatti. Aspettano…
Paolo Borea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *