Civiltà Vigevanese: “A rischio la democrazia istituzionale a Vigevano”

consiglioPubblichiamo e condividiamo un comunicato di Civiltà Vigevanese.

“Civiltà Vigevanese esprime la piu’ ferma condanna per il comportamento tenuto da alcuni membri della Amministrazione Comunale che negli ultimi giorni hanno preannunciato l’imminenza di impossibili lavori ed iniziative.
Si tratta di una autentica presa in giro per i cittadini vigevanesi che denota scarso rispetto ed assenza di senso civico e di responsabilità.
L’annuncio continuo di nuove opere e “rivoluzioni urbanistiche”, non inserite nel piano triennale delle opere e senza la minima copertura finanziaria, sono solo frutto di un’ottica puramente elettorale.
In 10 anni di governo della Città questa Giunta non solo non é riuscita ad ultimare il nuovo Palazzetto dello Sport, ma non ha fatto pressoché nulla di quanto più volte annunciato: pensiamo al progetto per l’interramento dei binari ed il loro raddoppio per il quale erano stati pagati, profumatamente alcuni professionisti che avevano elaborato dei progetti.
Rispondendo a Civiltà Vigevanese dalla pagine de La Provincia, l’ass. Giargiana ha dichiarato che “riguardo alla questione macello il sindaco sta ancora valutando. Decideremo.”
Vorremmo far presente all’assessore Giargiana che il tempo a loro disposizione è scaduto e che non possono fare in 3 mesi quello che non sono riusciti a fare in 10 anni, a meno che non barino o possiedano doti soprannaturali.. cosa di cui dubitiamo! Invece di prendere per i fondelli la cittadinanza con continui e roboanti annunci, sfruttando i loro ruoli istituzionali, i nostri solerti Assessori dovrebbero occuparsi di governare in maniera seria la Città.
Dalla loro già scarsa “agenda” di impegni manca completamente, ad esempio, il tema della gravissima crisi economica che attraversiamo, quasi che Vigevano ne fosse immune.
Per questi motivi Civiltà Vigevanese fa appello al Prefetto affinchè vigili sul rispetto delle regole istituzionali: per legge la giunta comunale, a partire da 90 giorni dall’inizio della campagna elettorale (quindi da fine ottobre), si deve astenere da ogni commento o apparizione pubblica non strettamente legati al proprio ruolo istituzionale.
E’ vero che i 90 giorni non sono ancora scattati, ma visti questi presupposti temiamo che abbia avuto inizio un lunghissimo e non richiesto “spot elettorale”.
Segnaliamo invece che ad oggi solo 20.000 dei famosi 100.000 euro stanziati dal Comune per far fronte alla crisi economica sono stati materialmente erogati.
Le procedure cervellotiche per l’accesso a questi aiuti fanno sì che, a fronte di 22 domande accolte, ce ne siano ancora ben 75 in attesa di risposta.
Stiamo parlando di 75 famiglie appartenenti alla fascia più debole della nostra Città, colpita duramente dalla crisi economica: persone che vengono ulteriormente umiliate dall’iter assurdo per l’accesso agli aiuti.
Percio’, invece di falsi annunci a favore della propria campagna elettorale, chiediamo che questa Giunta governi Vigevano, per questi ultimi mesi, in maniera seria e preoccupandosi dei veri problemi che la affliggono.
Speriamo non sia una richiesta troppo complicata.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *