NAPOLI VELATA giovedi 26 e venerdi 27 aprile

NAPOLI VELATA

GIOVEDI 26 APRILE ORE 16,00 E 21,15

VENERDI 27 APRILE ORE 21,15

Durata 113′ – Genere DRAMMATICO

Regia: Ferzan Özpetek
Attori: Giovanna Mezzogiorno – Adriana, Alessandro Borghi – Andrea, Anna Bonaiuto – Adele, Peppe Barra – Pasquale, Biagio Forestieri – Antonio, Luisa Ranieri – Catena
Soggetto: Gianni Romoli, Valia Santella, Ferzan Özpetek
Sceneggiatura: Gianni Romoli, Valia Santella, Ferzan Özpetek

Una sera ad una festa Adriana incrocia gli sguardi seducenti e provocatori di Andrea, un giovane attraente e sicuro di sé. Lei non riesce a sottrarsi a quella schermaglia sensuale e i due trascorrono così la notte insieme. Ma non sembra chiudersi tutto lì, si danno, infatti, appuntamento per il giorno dopo. In lei cresce rapidamente un sentimento più forte, forse l’inizio di un grande amore che potrebbe cambiarle la vita. La svolta arriva, ma diversamente da come si aspettava. La situazione precipita quando rimane coinvolta in un delitto che la trascina al centro di un’indagine dai contorni inquietanti. Uno scossone capace di minare ogni sua certezza. Involontariamente, senza possibilità di scampo, s’infila in un percorso dentro la più segreta zona d’ombra della propria personalità. In una Napoli sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia, un mistero avvolge l’esistenza di Adriana, travolta da un amore improvviso e un delitto violento.

– REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DELLA REGIONE CAMPANIA, CON LA COLLABORAZIONE DELLA FONDAZIONE FILM COMMISSION REGIONE CAMPANIA; CON IL CONTRIBUTO DELLA REGIONE LAZIO; CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI NAPOLI. FILM REALIZZATO ANCHE GRAZIE AL CREDITO D’IMPOSTA PREVISTO DALLA LEGGE 24 DICEMBRE 2007 N. 244.

– DAVID DI DONATELLO 2018 PER: MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA, SCENOGRAFO. ERA CANDIDATO PER: MIGLIOR REGIA, ATTRICE PROTAGONISTA (GIOVANNA MEZZOGIORNO), ATTORE PROTAGONISTA (ALESSANDRO BORGHI), ATTRICE NON PROTAGONISTA (ANNA BONAIUTO), ATTORE NON PROTAGONISTA (PEPPE BARRA), MUSICISTA, COSTUMISTA, TRUCCATORE (ROBERTO PASTORE), SUONO.

 

Edoardo Salluzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *